Home Profilo professionale
22 | 11 | 2017
PDF Stampa E-mail

                                   PROFILO  PROFESSIONALE  DELLA  GUIDA  TURISTICA

"Le Guide Turistiche sono i rappresentanti delle città, regioni e paesi per i quali sono qualificati. Dipende ampiamente da loro se i visitatori si sentono accolti, desiderano rimanere più a lungo o decidono di ritornare. Esse contribuiscono considerevolmente alla percezione della destinazione. Le Guide Turistiche aiutano i viaggiatori a comprendere la cultura della regione visitata ed il modo di vivere dei suoi abitanti. Esse svolgono un ruolo particolare, da un lato, nel promuovere il patrimonio culturale e naturale, dall'altro, nell'aiutare la sua sostenibilità, rendendo i visitatori consapevoli della sua importanza e vulnerabilità". Con queste parole il C.E.N., Comitato Europeo di Normalizzazione, introduce lo Standard Europeo sulla formazione minima richiesta alle guide turistiche europee, approvato nel gennaio 2008 (EN 15565 - 2008).

Il C.E.N. dunque riconosce il carattere multidisciplinare della professione, alla cui formazione concorrono numerose materie. Una Guida deve saper illustrare un determinato territorio nei suoi diversi aspetti: la storia, l'archeologia, la storia dell'arte, l'architettura, la geografia, le istituzioni sociali e politiche del paese visitato, tutte le manifestazioni che contribuiscono a formarne l'identità culturale, oltre alla padronanza fluente di almeno una lingua straniera, oltre alla lingua del paese in cui si opera.

La Guida Turistica deve saper comunicare in maniera brillante e mantenere desta l'attenzione per diverse ore.  Si tratta di una professione in cui sono prioritarie le competenze di mediazione culturale e la capacità di interagire in maniera cordiale, ma anche con risolutezza in caso di situazioni critiche. Le capacità relazionali, la conoscenza approfondita dei Beni Culturali e paesaggistici del territorio e l'aggiornamento costante sono elementi imprescindibili per una Guida Turistica professionista.

La Guida immerge l'ospite in una cultura diversa e contribuisce a consolidare in lui le emozioni positive legate al suo viaggio. Un'accoglienza sapiente rende il turista il maggior promotore del Paese che lo ha saputo ospitare.

Le competenze professionali necessarie per l’esercizio della professione di guida turistica secondo l’Associazione Nazionale Guide Turistiche (ANGT) :
La guida turistica deve possedere:

-  Una conoscenza approfondita delle opere d’arte, dei monumenti, dei beni archeologici, delle bellezze naturali  e delle risorse ambientali della località in cui dovrà essere esercitata la professione.

- La capacità tecnica di trasmettere ai visitatori, in forma interdisciplinare, le conoscenze relative  ad ogni bene materiale e immateriale del patrimonio culturale e ambientale e dei valori di cui esso è portatore.

- La capacità di attuare una illustrazione/interpretazione scientificamente corretta, adeguata ad ogni tipologia di pubblico, selettiva e sintetica, chiara anche in lingua straniera e che, in modo gradevole, educhi il pubblico all’interesse e al rispetto del patrimonio culturale e ambientale, degli usi, dei costumi, delle tradizioni e delle culture altrui.

- Una esatta conoscenza di una o più lingue straniere.

- Una conoscenza diretta della realtà dei luoghi e dei beni, ossia della loro ubicazione, logistica, modalità di accesso e fruizione, della viabilità e dei tempi di percorrenza, acquisita e costantemente aggiornata tramite frequenti sopralluoghi nell’area di esercizio della professione, che consentano lo svolgimento delle visite guidate nei tempi e nei modi dovuti.